Pericoli online e hacking parliamone in famiglia. Nuovo progetto noi ci siamo per le scuole e le famiglie

Non bisogna sottovalutare che Internet è un mondo virtuale ma con pericoli reali, i due mondi sono interconnessi e sebbene le azioni vengano percepite come impersonali e non arrecanti danni a sé o ad altri il web fa parte della quotidianità e potrebbe accadere di tutto. Internet fornisce l’accesso a molti dati servizi e contenuti, le comunicazioni e le informazioni avvengono in tempo reale senza limiti, l’uso di Internet e dei social network è agevole e alla portata di tutti sia sotto il profilo tecnico sia sotto il profilo economico; i social network consentono di mantenere ed incrementare i rapporti interpersonali, semplificando i contatti e mai come nel lockdown lo abbiamo sperimentato per il tempo libero e per quello anche lavorativo. Dobbiamo riflettere e tenere presente che ogni volta che si inseriscono i nostri dati personali su un sito su un social network se ne perde il controllo, spesso si concede automaticamente al fornitore del servizio la licenza di utilizzare il materiale che si inserisce foto, chat, opinioni.

“NOICISIAMO” si chiama così il progetto per la scuola e le famiglie
questa la pagina facebook progettonoicisiamoscuolaefamiglie
che da lunedì 15 Giugno 2020 è stato attivato dal Punto di Ascolto Disagio Scolastico con la collaborazione del settore istruzione della Provincia di Verona. Con una serie di focus on line in orario serale ogni lunedì sera dalle 20.30 alle 22.00 si affronteranno temi importanti per accompagnare le famiglie e i docenti in questi mesi post emergenza perché nessuno deve restare o sentirsi solo.
Qui l’intervista con Telepace:

 

 

Lascia una risposta

Your email address will not be published.