Una nuova forma preoccupante di Bullismo: Armi introdotte a scuola

Il sempre più diffuso fenomeno del bullismo tra i giovanissimi in questi giorni è tornato in maniera allarmante ad essere il protagonista dei fatti di cronaca. In una scuola veronese, un minorenne di 14 anni è entrato in classe durante le ore di lezione con diverse armi. Quanto accaduto in questa circostanza, che come ho ribadito durante la mia intervista non è un fenomeno unicamente veronese, indica la vera portata di questo problema, evidenziando come non si possa più soprassedere su tutti questi comportamenti che vedono il coinvolgimento dei più giovani.

Il bullismo quindi non dev’essere ne trascurato ne tralasciato, ma bisogna intervenire prontamente con delle misure idonee a evitare che ciò possa riaccadere informando le famiglie e tutelare le vittime sia dentro che fuori gli istituti. A seguito di questo episodio anche la Provincia di Verona, come riportato dal VicePresidente della Provincia David Di Michele, ha deciso di intervenire dopo quanto è emerso dal successivo incontro in prefettura con i presidi delle scuole, mettendo a disposizione un programma di prevenzione sui ragazzi con criticità che vede il coinvolgimento di tre diverse figure professionali: un mediatore, uno psicologo e un rappresentante delle forze dell’ordine.

Potrete trovare i nostri interventi al seguente link: https://www.rainews.it/tgr/veneto/video/2022/11/armi-introdotte-in-classe-in-una-scuola-superiore-di-verona-6c014395-9cee-4212-a5f2-f2a6a2fbae53.html

 

Lascia una risposta

Your email address will not be published.